TEATRO SOCIALE

 

“E’ un po’come voler tornare indietro nel tempo, a quando ho incominciato a fare teatro ai ragazzi negli anni Settanta, come cercare di ritrovare quelle motivazioni forti, quella necessità che ci faceva andare per strada, a lavorare in condizioni difficili, con ragazzi difficili. Mi sembra che allora ci fosse più sfida e più senso […]Se il mondo del teatro e della società ci stava stretto, noi andavamo a cercarne un altro dove nessuno se lo aspettava, con molta ingenuità, con scarso sapere, poca esperienza ma con una grande necessità. L’importante non era recitare bene o male, ma recitare vero.” Marco Baliani, Pinocchio Nero

Il Teatro Sociale è una realtà culturale, sociale e professionale sempre più ampia. Si può fare Teatro ovunque: nelle carceri, negli ospedali e nelle scuole, nelle residenze per anziani, nelle comunità riabilitative, nei centri interculturali e anche nelle aziende. Il Teatro Sociale oltre che intervenire negli ambienti “disagiati” e\o “marginali” , oggi svolge un lavoro molto importante nella promozione e nello sviluppo delle comunità; ed anche nella ricerca espressiva e comunicativa del singolo nel lavoro di gruppo.Quindi il Teatro Sociale risponde a molteplici domande e richieste nella costituzione dell’identità dell’individuo e del gruppo.Il Teatro Sociale è il modello di un Teatro necessario. Il Teatro è un alimento, pari al cibo, che accresce processi cognitivi, affettivi e relazionali, che si alimentano con l’esperienza. Il Teatro è luogo del ritrovamento di sé, della propria dimensione di soggetto e del proprio ruolo all’interno del mondo che abitiamo.
Noi ci occupiamo di Teatro Sociale fin dalla nostra costituzione, collaborando con la comunità socio riabilitativa “Armonie diverse – Anffas Onlus” che ha sede a Ginosa (TA) all’interno della quale curiamo un laboratorio per diversamente abili.